La ricerca può richiedere diversi secondi.
Vi preghiamo di avere un attimo di pazienza.

 

Energia nucleare

L’energia nucleare fornisce oggi il 40% dell’elettricità svizzera e insieme all’energia idroelettrica è l’unica tecnologia su grande scala per l’energia di banda che emette molto poca CO2, preservando così il clima. Il combustibile uranio è disponibile in quantità piuttosto consistenti e trova quasi esclusivamente applicazione nella generazione di elettricità. La sua densità energetica è molto elevata, perciò ne occorre solo poco e i rifiuti che ne derivano hanno un corrispondente volume ridotto. Essendo radioattivo deve essere imballato in resistenti serbatoi di protezione e smaltito in depositi geologici profondi. A tal scopo sono stati determinati diversi siti adatti. È in corso una procedura ampiamente sostenuta e legittimata democraticamente per la scelta definitiva. Anche la generazione di elettricità da centrali nucleari presenta, nonostante gli alti standard di sicurezza, sempre un certo margine di rischio. Nella primavera 2011 il Consiglio federale e il Parlamento hanno deciso che in Svizzera non si devono più costruire nuove centrali nucleari. Quelle esistenti possono continuare a funzionare fino a quando ne è garantita la sicurezza.


Percentuale sul mix di produzione svizzero (2016): 32,8%

 

Trovate ulteriori informazioni nei documenti concernenti le conoscenze di base dell’AES

 

Ulteriori informazioni (in tedesco)