La ricerca può richiedere diversi secondi.
Vi preghiamo di avere un attimo di pazienza.

 

Geotermia

La geotermia (calore terrestre) è una fonte energetica praticamente inesauribile che si può sfruttare per la produzione di calore ed elettricità indipendentemente da clima, orario del giorno e periodo dell’anno. In base alle diverse temperature nei differenti strati terrestri si distingue fra geotermia superficiale e profonda. La geotermia superficiale con sonde geotermiche lunghe meno di 100 metri viene sfruttata già adesso in Svizzera, in combinazione con pompe di calore, per ricavare calore per riscaldamento e acqua calda sanitaria. Nella geotermia profonda si distingue fra un sistema a circuito idrotermale, vale a dire sfruttamento di acqua calda circolante nel sottosuolo e un sistema a circuito petrotermale, nel quale dopo fessurazione delle rocce viene iniettata acqua dalla superficie in profondità, spinta sotto pressione attraverso le spaccature e pompata di nuovo in superficie. Entrambi i procedimenti sfruttano le temperature da 100 a 200 gradi presenti in profondità da tre a cinque chilometri. Il rendimento elettrico realizzabile è pari al 15%. Entrambe le procedure di generazione di elettricità con geotermia profonda si trovano solo nello stadio di progetti pilota.


Percentuale sul mix di produzione svizzero (2016): 0%

 

Trovate ulteriori informazioni nei documenti concernenti le conoscenze di base dell’AES

 

Ulteriori informazioni (in tedesco)